Come ho fatto a trovare un editore/16 – I finalisti

Lobsters

Giochicchio con il telefono cellulare in attesa della metropolitana che dovrebbe riportarmi in ufficio. Per errore accedo alla mia casella di posta e trovo un messaggio da parte del Premio Orlando Esplorazioni.

Un anno è trascorso dalla scadenza del bando a cui ho iscritto Come uccidere le aragoste. C’è una giuria tecnica, presieduta da Dacia Maraini, e una lista di editor che valuterà i libri finalisti. Nomi come Rosella Postorino, Carlo Carabba, Mariacarmela Leto e Stefano Izzo.

Apro il messaggio senza pensarci su. In quel momento la metropolitana arriva in stazione e sono costretto a salire sul treno, dove perdo la connessione a internet.

Mi dico di essere paziente. In fondo potrebbe trattarsi di una comunicazione per qualche evento associato alla rivista Orlando Esplorazioni, una newsletter, qualche consiglio di lettura. Non è detto che nella mail ci sia proprio la griglia dei cinque manoscritti finalisti.

La connessione torna per un attimo quando il treno ferma alla stazione di piazzale Flaminio, ne approfitto per scendere dal treno e sfruttare l’occasione.

Apro nuovamente la casella di posta elettronica. È la griglia dei cinque manoscritti finalisti, espressa in ordine alfabetico per autore:

Piero Balzoni, Come uccidere le aragoste

Navid Carucci, L’usignolo e il poeta

Giorgio D’Amato, Cernia tossica

Mara Di Tella, Autopatografia di un compleanno

Orlando Donfrancesco, L’oro e la cenere

Picture:

Anna Bolte

Lobsters cc-logo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *